Informazioni

A riconoscere le Saline di Sicciole

Visite

Vivere le Saline di Sicciole

Storia

Passato delle Saline di Sicciole

Gestione

La responsabilità di PNSS

Galeria

Vedendo le Saline di Sicciole

Contattaci

Dati di contatto del PNSS

Mobilità sostenibile per l’ambiente

Nell’ambito del work package dal titolo di lavoro: "Gestione sostenibile: i parchi come esempi di buone pratiche" abbiamo elaborato nel PNSS durante il progetto uno studio sulla mobilità sostenibile per l’ambiente. Abbiamo inteso verificare presso i visitatori l’opportunità e le capacità di utilizzo delle vetture elettriche adibite al trasporto nell’ambito del parco. Abbiamo acquistato due biciclette elettriche Elefteria che i visitatori hanno avuto modo di utilizzare gratuitamente nell’area di Lera. Dopo il tragitto i visitatori hanno compilato un apposito questionario.

Parte dei risultati è stata raccolta anche sul sito internet del PNSS. Quasi la metà dei visitatori (42 %) è venuta a conoscenza del PNSS da amici o conoscenti, il 22 % ha cercato sulla rete informazioni in merito al PNSS e solamente il 5 % ha avuto informazioni in merito nei centri turistici informativi. Un terzo dei soggetti non ha mai visitato il parco o lo ha visitato una volta sola, mentre il 17% degl’intervistati visita spesso il parco. Nel maggior numero dei casi i soggetti scelgono l’area per passeggiare (28 %), per osservare la produzione tradizionale del sale (22%), per visitare il Museo dei salinai (18 %), per osservare la fauna ornitologica (18 %), mentre il 12 % dei visitatori delle saline di Sicciole è alla semplice ricerca di un ambiente di quiete e tranquillità. Due terzi degli intervistati crede alle conseguenze dei cambiamenti climatici, ma il 58 % reputa che l’introduzione di mezzi di trasporto per i visitatori nel parco non sia necessaria, e che è meglio andare a piedi. Il 15 % reputa che il mezzo di trasporto migliore per i visitatori sia un trenino elettrico, il 10 % opta per le biciclette elettriche, mentre il 14 % degli intervistati è favorevole alle biciclette convenzionali.
Un risultato completamente diverso è stato rilevato presso i soggetti che hanno sperimentato la bicicletta elettrica. Nel periodo 2010-2011 abbiamo fornito l’opportunità a 100 visitatori provenienti da 10 Paesi diversi di visitare il PNSS utilizzando la bicicletta elettrica Elefteria. Nella ricerca abbiamo incluso un numero quasi uguale di uomini e donne, tra i quali la maggior parte della fascia d’età dai 30 ai 60 anni (62 %). Secondo le previsioni i più numerosi erano gli Sloveni (48 %), seguiti dai Tedeschi (14 %), dagli Austriaci (13 %) e dagli Italiani (11 %). Tutti hanno confermato che la guida della bicicletta era confortevole. Il 71 % degli intervistati ha percorso con la trazione elettrica tutto l’itinerario di Lera, un terzo scarso (27 %) ha utilizzato anche i pedali e solamente un visitatore ha deciso di non utilizzare la trazione elettrica. Il 78 % ha sostato e consultato le tabelle informative e tutti hanno avuto modo di osservare il paesaggio durante il percorso, dichiarandosi entusiasti della conduzione molto facile e leggera, dell’utilizzo ecologico dell’energia e della semplicità e silenziosità della guida. Addirittura l’82 % di tutti gli intervistati reputa che l’introduzione di una siffatta modalità di trasporto è ottima, il 17 % ha lodato codesta intenzione e solamente a uno dei cento l’introduzione delle bicicletta elettrica non è apparsa sensata. 
Nel giugno del 2012 nell’area di Lera è stato avviato l’utilizzo del veicolo elettrico Villager 8, che ha trasportato per due settimane a titolo sperimentale i visitatori dall’ingresso di Lera al Centro per i visitatori (MMC). Durante il periodo di prova abbiamo intervistato gli utenti.
Nel periodo da giugno ad agosto 2012 abbiamo offerto l’opportunità a 114 visitatori di 17 Paesi diversi di fruire del trasporto con il veicolo elettrico Villager 8. L’inchiesta ha coinvolto un numero pressoché pari di uomini e donne, tra i quali primeggiavano soggetti dell’età di oltre 60 anni (32,4 %), seguiti dalla fascia di età tra i 31 ed i 45 anni (29,8 %) e da quella tra i 46 e i 60 anni di età (29,8 %). La scelta di questo mezzo di trasporto tra gli anziani non sorprende, poiché l’estate del 2012 era estremamente calda. Come previsto i più numerosi erano gli Sloveni e gli Italiani (fig. ). Tutti hanno confermato che il trasporto era molto comodo. Durante il viaggio si sono dichiarati entusiasti dell’utilizzo ecologico dell’energia, della semplicità e della silenziosità della guida. 
Gli impiegati del PNSS hanno avuto modo di sperimentare lo scooter elettrico di dimensioni minori Alpha, che viene utilizzato per percorrenze brevi nell’area di Lera ed anche sugli sterrati.
L’introduzione di biciclette, scooter ed altri veicoli elettrici nell’area protetta appare sensata ed opportuna, poiché garantisce costi di trasporto minori, nonostante imponga determinate adempienze all’amministratore (la sistemazione di un garage, di prese elettriche per la ricarica, la manutenzione dei veicoli), che comunque garantiscono un servizio continuo di qualità. L’autonomia dei veicoli elettrici è condizionata dall’aggravio della propulsione elettrica (salite, carico), che è comunque minimo nel nostro caso, vista l’assenza di salite lungo i sentieri di percorrenza. 

narodnost
Struttura dei visitatori che hanno sperimentato il veicolo elettrico Villager 8 per Paese di provenienza.

staorst
Struttura di anzianità dei visitatori che hanno sperimentato il veicolo elettrico Villager 8.



KPSS © 2006 - 2011, Tutti i diritti riservati!   |  About Cookies Sito web design: Editor Studios